Psicologa Psicoterapeuta Albignasego Padova | Tel: +39 388 2561765 | Mail: studiolaurabastianello@gmail.com

Ansia - Impariamo a conoscerla, Problematiche d'ansia, Psicologa Padova

E se non ce la facessi? Quando l’ansia ci blocca prima ancora di provare.

E se non ce la facessi? Quando il timore ci blocca prima ancora di provare.

Perchè a volte si rinuncia a provarci per il timore di non farcela?

Dott.ssa Laura Bastianello Psicologa Psicoterapeuta Albignasego

Mara e l’amore/paura per il canto.

Mara ama cantare, ha sempre preso lezioni di canto e vorrebbe fare della sua passione una professione, ha quindi deciso di proporsi a locali e associazioni del settore sperando di poter avviare una collaborazione. Mara, tuttavia, vive questa nuova situazione con un mix di emozioni contrastanti, da un lato desidera la novità, avverte la voglia di cimentarsi in situazioni diverse da quelle che ha vissuto finora, dall’altro vive con timore ed ansia la possibilità che questi scenari desiderati si verifichino davvero. Teme di “non farcela”, di dimostrarsi incapace a se stessa e agli altri, di cadere e sbagliare. Nella sua esperienza la scelta di rompere la routine, in passato, è stata tante volte accompagnata da vissuti di ansia e irrequietezza che duravano anche per giorni interi. Ad oggi Mara ha fatto davvero molto poco per provare ad esibirsi, se non mandare qualche sporadica mail dopo intere settimane di riflessione. Si sente combattuta: da un lato ogni giorno si chiede con trepidazione se qualcuno la contatterà e se la prende con se stessa perché “non fa abbastanza”, dall’altro quando controllando la posta elettronica non trova alcuna mail oltre all’amarezza prova anche un non indifferente sollievo.

Per la stessa Mara è difficile capire la sensazione di sollievo che avverte, si chiede “come posso desiderarlo e al contempo temerlo così intensamente”.

Cosa sta accadendo?

Mara non è una persona reale, tuttavia la sua esperienza potrà in qualche modo risultare “familiare” a chi senta di vivere in una sorta di “limbo”, uno stato sospeso.

Mara è nello “spazio del non ancora”, non si è ancora messa in gioco, non ha ancora messo alla prova se stessa come cantante, non ha ancora affrontato le situazioni connesse al ruolo che vorrebbe ricoprire.

Questo da un lato è frustrante dall’altro la fa sentire protetta, protetta dal rischio di sbagliare, di cadere, dalla possibilità di dimostrarsi incapace.

Di frequente dice a se stessa “finché non lo faccio non potrò sapere”, “non potrò sapere come sono davvero”, “magari potrei essere capace oppure assolutamente incapace” e vive con grande timore l’idea di scoprirlo davvero.

Non esibirsi come cantante ha senso per Mara, presenta dei vantaggi, in quanto la protegge dal rischio di “mettere a verifica” la propria idea di sé – il modo in cui si considera- e la tutela dall’eventualità di scoprirsi “peggiore di come vorrebbe essere”.

Ha tuttavia al contempo dei costi notevoli, perché “non cantare” significa per Mara precludersi la possibilità di seguire una sua grande passione e di dare spazio a una parte di sé molto importante.

Quali opportunità in terapia?

In tale scenario, un percorso psicologico potrebbe offrire a Mara l’opportunità di cercare e costruire nuove “vie”, utili ad uscire dallo scacco matto del sarò “capace” o “incapace” e funzionali ad ampliare le possibilità e gli scenari che Mara contempla come disponibili per se stessa.

Cosa potrebbe succedere se, oltre alla domanda “sarò capace” oppure “sarò incapace”, Mara potesse iniziare a considerare altre prospettive?

Cosa potrebbe succedere se Mara potesse mettere tra parentesi l’idea di essere capace o incapace, per guardare alle proprie caratteristiche, risorse, specificità, debolezze e punti di forza con uno sguardo meno rigido ed estremistico?

Cosa potrebbe succedere se, invece di soffermarsi sulle azioni giuste o sbagliate che potrebbero renderla capace o incapace, Mara si desse la possibilità di costruire un proprio stile, un proprio modo unico e personale per essere la cantante che desidera?

Dott.ssa Laura Bastianello Psicologa Psicoterapeuta Albignasego

 

Decidi tu per me!
Parliamo della difficoltà nel fidarsi delle proprie valutazioni e scelte e della …
“Prima tu poi io”
Quando i bisogni altrui sembrano passare davanti ai propri. "Vorrei davvero dirgli …
Perché fare la lista dei buoni propositi spesso non funziona?
I giorni a cavallo tra la fine dell'anno corrente e l'inizio di …
Consulenza breve per la coppia: quando può essere utile?
Caratteristiche di un percorso breve di consulenza alla coppia focalizzato sulla presa …
Cosa sono i Disturbi d’Ansia?
Parliamo di Disturbi d'Ansia, ovvero di situazioni di sofferenza e malessere dove …
Che cos’é l’ansia?
L’ansia viene considerata come una delle emozioni fondamentali utili alla sopravvivenza dell’uomo. …
Come funziona la seduta dallo Psicologo? Si parla e basta?
Domande, curiosità e timori, all'idea di iniziare un percorso psicologico.
Come si svolge un percorso di psicoterapia?
Mi propongo di offrire alcune informazioni per meglio comprendere il mio modo …
Difficoltà a gestire la rabbia, il fastidio e il nervosismo: “esplodere” per poi pentirsi.
Lavorare sulla propria rabbia è possibile: nel mio studio di Psicologia a …
Farsi “condizionare” dagli altri, dire troppi “si” a fronte delle pressioni e dell’influenza degli altri.
Molte persone sperimentano una grande difficoltà nel dire di no, nel rifiutare …
Paura degli altri: timore delle situazioni sociali che richiedono di “esporsi” ed entrare in contatto con altri, soprattutto se autorevoli o estranei.
Affrontiamo l’esperienza di chi vive con grande ansia e timore le situazioni …
Scarsa fiducia in sé e nelle proprie possibilità, bassa autostima.
Come mai ad alcune persone viene così “semplice” mettersi in discussione, dubitare …

Previous ArticleNext Article