Psicologa Psicoterapeuta Albignasego Padova | Tel: 3882561765| Mail: studiolaurabastianello@gmail.com

Coppia e Famiglia, Senza categoria

Quando chiedere aiuto allo psicologo per la coppia?

Terapia di coppia Dott.ssa Laura Bastianello Psicologa Psicoterapeuta Albignasego Padova

Ritengo comprensibile e legittimo porsi delle domande e cercare di capire se un percorso psicologico possa essere la strada più corretta da intraprendere per la propria coppia.

Sperando di facilitare la riflessione e la valutazione in merito desidero condividere la mia opinione professionale relativamente alle situazioni e circostanze in cui potrebbe essere maggiormente utile contattare uno psicologo.

Una premessa, non è necessario che vi siano problemi radicati o grandi difficoltà nella gestione della vita della coppia per valutare di iniziare un percorso psicologico.

Quest’ultimo può rappresentare uno spazio utile anche ad affrontare problematiche circoscritte o difficoltà transitorie nell’ottica di aumentare la conoscenza reciproca, trovare soluzioni condivise e nuovi modi di “stare insieme” per migliorare il benessere dei singoli e della coppia.

Un percorso psicologico volto alla coppia può infatti essere utile anche quando i due membri della coppia portano una problematica specifica in merito alla quale faticano a trovare un accordo rispetto a come procedere.

Spesso si tratta di situazioni in cui i due partner portano punti di vista diversi, ma tra loro non viene meno la stima reciproca e la volontà di trovare un accordo. Quella che riportano è la sensazione di non riuscire a “mettersi d’accordo” circa il come procedere ed il come “uscirne” e il desiderio di trovare una “soluzione condivisa”.

Tali situazioni potrebbero giovare di un percorso breve di consulenza alla coppia, solitamente della durata massima di una dozzina di incontri, focalizzati sulla specifica difficoltà che i due partner portano.

Per maggiori informazioni sul tema della consulenza alla coppia invito alla lettura dell’articolo: “Consulenza breve per la coppia: quando può essere utile?”.

La coppia potrebbe invece beneficiare di una terapia di coppia, ovvero di un percorso più lungo e approfondito, qualora riscontrasse una prolungata sensazione di blocco e di staticità.

Una terapia di coppia può rivelarsi particolarmente utile quando la comunicazione tra i partner diventa ripetitiva e si ha la sensazione di “rivedere le stesse scene” in maniera ciclica e dolorosa.

Spesso in questi casi ci si sente come i personaggi di una commedia, ciascuno destinato a ripetere lo stesso copione, a dire le stesse cose, a portare le stesse accuse, richieste, recriminazioni, senza che vi siano cambiamenti nei risultati, in un ciclo dove prevalgono emozioni quali tristezza, rabbia, apatia, scoraggiamento.

Quando ci si sente cristallizzati in un copione che si ripete e quando la sensazione di blocco e stasi si accompagna a malessere, la possibilità di chiedere aiuto ad uno psicologo- psicoterapeuta e di avviare un percorso di terapia rivolta alla coppia può diventare un’opportunità rilevante e significativa per recuperare benessere.

Nell’ambito di una terapia di coppia lo Psicologo-Psicoterapeuta non è colui che decide chi abbia torto o ragione, non è un giudice, né un dispensatore di consigli.

Lo psicologo si fa promotore di un dialogo costruttivo assicurandosi che la stanza della terapia rimanga uno spazio protetto, sicuro, caldo ed accogliente in cui cercare di comprendere i significati ed i vissuti alla base del comportamento di ciascuno.

La terapia di coppia non ha la finalità di “trovare un modo per stare assieme per forza“, bensì rappresenza uno spazio di ascolto approfondito, di conoscenza reciproca, di riflessione e confronto per capire cosa fare e come procedere.

Il senso di una terapia di coppia è quello di favorire la possibilità di capirsi reciprocamente e -alla luce di questa maggiore e diversa comprensione- ragionare circa quale direzione prendere.

Il lavoro terapeutico va nella direzione di aumentare la consapevolezza circa le decisioni da prendere, qualsiasi esse siano, per capire insieme se sia ancora possibile, sostenibile e sensato per entrambi continuare a “giocare nella stessa squadra”.

In tale direzione, durante la terapia spesso vengono proposti esercizi, attività, esperimenti relazionali -che possono avere luogo durante la seduta ma anche al di fuori di essa- nell’ottica di favorire la sperimentazione e l’individuazione di modalità alternative rispetto a quelle implicate nelle sensazioni di blocco e di malessere.

Entrambi i partner sono quindi chiamati a mettersi in gioco, facilitati e supportati dal terapeuta, per provare a fare qualcosa di diverso, per cercare soluzioni, per provare a cambiare prospettiva nell’ottica di individuare nuove possibilità utili a far fronte alla situazione vissuta come problematica.

Per maggiori informazioni, charimenti o quesiti circa la possibilità di avviare un percorso rivolto alla coppia invito a contattarmi consultando la sezione “Contatti“.

Dott.ssa Laura Bastianello Psicologa Psicoterapeuta Albignasego Padova

Previous Article
Call Now Button