Nel contesto della mia attività professionale come psicoterapeuta faccio riferimento alla prospettiva teorica e clinica della “Psicologia dei costrutti personali” di George Kelly.

Attraverso una psicoterapia ad orientamento costruttivista cliente e terapeuta possono cercare di comprendere il disagio riferito dalla persona, attraverso gli occhi della persona stessa, provando a ricostruire come l’individuo veda il mondo, legga ed interpreti gli eventi ed il “senso personale” del disagio che porta.

Attraverso la psicoterapia è possibile intervenire sul modo in cui una persona percepisce gli eventi, le persone, il mondo, aumentando la consapevolezza di sé e riuscendo a comprendere in maniera più ampia ed articolata gli altri.

Prima all’interno della stanza della terapia e poi al di fuori nel proprio contesto di vita, il cliente può sperimentarsi arrivando a delineare nuove strade, nuovi comportamenti e nuove modalità di rapportarsi con le situazioni e con gli altri. La relazione terapeutica va quindi nella direzione di costruire e sperimentare possibilità nuove e soluzioni alternative rispetto ad una situazione vissuta come problematica, nella direzione di un maggiore benessere e qualità della vita.

Scopo della psicoterapia costruttivista è quello di aiutare una persona a ri-costruire la propria vita senza che essa rimanga vittima del proprio passato” (G.  Kelly)

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Rifiuto Impostazioni della Privacy Ulteriori Informazioni sulla nostra Cookie Policy